Categorie
Auto Volkswagen

Volkswagen Golf hybrid plug-in arriva nel 2014

golf ibrida plug-in

Dopo le numerose critiche che  Volkswagen ha incassato dopo il lancio della nuova Golf VII in tema di sostenibilità, la casa tedesca non è rimasta in silenzio ma ha risposto a suo modo:  proponendo la versione elettrica che sarà commercializzata a partire dal prossimo anno, ma anche l’ibrida plug-in.

Quest’ultima sarà esternamente e internamente identica alla versione diesel o benzina in quanto le batterie non andranno ad influire sull’abitacolo.

Quello che cambia in modo sostanziale è ciò  che si trova sotto il cofano e che permette di avere prestazioni simili a una GTI ma con emissioni di anidride carbonica che si aggirano sui 35 g/km.

Il motore termico è rappresentato dal 1.4 TSI da 150 CV (148 bhp)  a cui si abbina un motore elettrico da 102 CV circa. In totale con entrambi i motori sprigiona una potenza massimo di 202 CV.

Niente male davvero!

Il tutto  si traduce in un 0-100 in soli 7,6 secondi e una velocità massima di 22 Km/h. Il peso di differenza tra una golf “normale ” e questa plug-in è di soli 150 kg in più.

L’autonomia sulla carta è di circa 50 Km in sola modalità elettrica e di 670 Km sfruttando entrambi i motori.

Un ricarica completa della batteria da una presa domestica è di circa 3 ore. Sul cruscotto al posto del solito contagiri si trova un misuratore di potenza che permette di valutare l’energia elettrica utilizzata.

Si può viaggiare o in sola modalità elettrica, o sfruttando solo il motore termico oppure entrambi. C’è anche una modalità in cui il motore termico va a ricaricare la batteria.

Nulla  si sa ancora sul prezzo, al momento la Golf più sostenibile è il diesel Bluemotion. Bisognerà valutare se, calcolatrice alla mano, la nuova plug-in riuscirà a competere anche con questa. Lo sapremo non appena sarà comunicato il prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *