Categorie
Auto Mobilità

Progetto ZET, Zero Emission Territory per la mobilità elettrica

In Italia finalmente qualcosa si sta muovendo! In questi giorni si sta svolgendo a Milano la 7° edizione di MobilityTech e per l’occasione è stato presentato un interessante progetto: ZET.  Zero Emission Territory si propone di istituire un sistema di car sharing su scala autostradale che vede protagoniste le auto elettriche e una serie di stazioni di ricarica  localizzate lungo tutto il percorso.

Il tratto autostradale interessato è quello che va da Milano a Brescia, di ben 97 Km.

Sappiamo che in Italia e non solo,  il limite alla diffusione di queste auto è rappresentato dalla scarsa autonomia, dalla mancanza di infrastrutture ma a anche di appealing e informazioni corrette. Ovviamente mancano anche seri e reali incentivi che ne promuovano la commercializzazione.

Per ovviare almeno parzialmente  a questi ostacoli, ecco il progetto ZET.

LEGGI L’INTERO PROGETTO, NELLE LINEE GUIDA UFFICIALI

ZET, Zero Emission Territory è un progetto che esce dalle mura cittadine per coinvolgere un territorio vasto e altamente trafficato come l’autostrada A4. Il progetto si presenta ben articolato e prevede inizialmente  una flotta di 72 auto elettriche, 18 parcheggi, 10 punti di ricarica veloce, 144 punti di ricarica presso i caselli autostradali. I punti di ricarica sono pensati con pensiline fotovoltaiche :

 

In questo modo il risparmio in termini di emissioni e consumi (e con solo 72 auto) sarebbe altissimo: i 315 tonnellate di CO2 e di 242 mila euro di carburante.

Le pensiline sono un progetto tutto italiano (evviva!)  chiamate MD ZEV, disegnate dall’Architetto Alessandro Savioli e prodotte da Cemusa Italia.

L’idea generale invece non nasce in Italia ma da esperienze presenti e attive su altri paesi come l’Olanda dove è già in fase di realizzazione un corridoio autostradale (160 chilometri con un parco di ben 3.500 auto con la spina in car sharing. Anche in questo caso l”energia fornita per la ricarica arriverà tutta da fonti rinnovabili.

Altro tratto simile in Gran Bretagna tra Londra e Birmingham.  Già attivi invece in California tra Los Angeles e San Francisco punti di ricarica e la Tesla Motors ha appena presentato un progetto per punti di ricarica veloce ad energia solare.

Insomma il mondo dell’auto elettrica e della mobilità sostenibile sembra essere in pieno fermento. E un settore che potrebbe creare punti di investimento importanti ma anche numerosi posti di lavoro oltre a portare benefici ambientali. Quindi , aspettiamo (e speriamo) che il progetto diventi realtà anche in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *