Categorie
Auto Moto

Incentivi 2013-2015 per le auto ecologiche: la legge è arrivata

E’ stato approvato al senato il decreto sviluppo (QUI IL PDF) che, dopo un iter lungo qualche mese,  diventa finalmente legge.

Nel decreto una sezione è dedicata agli incentivi per le auto cosiddette ecologiche  che verranno immatricolate tra i 1° gennaio 2013 e i 31 dicembre 2015. Pertanto se avete intenzione di cambiare auto aspettate ancora qualche mese!

Le auto interessate agli incentivi sono quelle elettriche,  ibride , a Gpl, a metano, a biometano, a biocombustibili e a idrogeno che producono emissioni di anidride carbonica non superiori a 120 g/Km.

Per usufruire degli incentivi è necessario rottamare un veicolo di cui si è proprietari,  in caso di locazione finanziaria,  da almeno 12 mesi. Inoltre la nuova auto acquistata deve essere della stessa categoria di quella rottamata, e immatricolata almeno 10 anni prima la data di acquisto del nuovo veicolo.

Ecco i contributi:

  •  20% del prezzo di acquisto,nel 2013 e 2014, fino ad un massimo di 5.000  euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2non superiori a 50 g/km;
  • 15 % del prezzo di acquisto, nel 2015, fino ad un massimo di 3.500 euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;
  • 20% del prezzo di acquisto, nel 2013 e 2014, fino ad un massimo di 4.000 euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;
  • 15 %  del prezzo di acquisto, nel 2015, fino ad un massimo di 3.000 euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;
  • 20 % del prezzo di acquisto, nel 2013 e 2014, fino ad un massimo di 2.000 euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km;
  • 15%  del prezzo di acquisto, nel 2015, fino ad un massimo di 1.800 euro, per i veicoli a basse emissioni complessive che producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Da sottolineare però che le risorse economiche destinate agli incentivi sono un totale di 140 milioni di euro così ripartite: 50 per il 2013, 45 per il 2014 e 45 per il 2015.

La beffa è che  per il 2013 ben il 70%  viene assegnato alla sostituzione di veicoli pubblici o privati destinati all’uso di terzi  con veicoli tradizionali e non necessariamnete ecologici…

Pertanto nel 2013 solo 35 milioni di euro saranno destinati all’acquisto di veicoli con emissioni fino a 120 g/km come sopra riportato.

E ancora una volta L’italia mentre fa un passo in avanti, ne fa un altro mezzo indietro…

8 risposte su “Incentivi 2013-2015 per le auto ecologiche: la legge è arrivata”

La beffa è che nel 2013 (e nel 2014) solo 15 milioni di € sono per auto elettriche ed ibride (< 95 g/km), contro i 35 per le auto tradizionali (tra 95 e 120 g/km)
Inoltre lo stato italiano contribuisce solo per metà dell'incentivo promesso, l'altra metà è a carico dei venditori.
Lo stato francese invece dà 7000€ per ogni auto elettrica, 4000€ per ogni auto ibrida, e nulla per quelle tradizionali, senza pretendere la rottamazione.
Ma in Francia non c'è la Fiat…

verissimo,ma in Francia c’è Renault che ha investito alla grande sulle auto elettriche (Renault Z.E.)e Citroen-Peugeot che hanno investito un po’ sull’elettrico e di più sul diesel -ibrido

Ciao Elena, ottima idea questo blog, sopratutto per chi come me ne capisce poco… aiutami a capire: pensavo di poter accedere all’incentivo perché vorrei acquistare un auto ibrida o comunque a bassa emissione, ma non sapevo dell’obbligo della rottamazione. Il mio attuale veicolo infatti è promesso a mio fratello, in questo momento sto istallando un impianto GPL, in modo da ridurre consumi ed emissioni (lavora un po’ lontano e avrà bisogno di abbattere i costi). Significa che non potrò avere l’incentivo? grazie

Ciao Stefania, legge alla mano l’incentivo viene erogato solo a fronte della rottamazione di un’auto di almeno dieci anni di età…Indi sembrerebbe che non non posa usufruirne. comunque allo stato attuale di sconti ce ne sono parecchi , fatti dalle case automobilistiche per la difficoltà di vendita del nuovo. L’unica è farti fare un bel po’ di preventivi. Se valuti auto d utlima generazione di media piccola cilindrata dovrebbero avere comunque basse emissioni . poi dipende dalle tue esigenze e di quanta strada fai all’anno, se extraurbano o principalmente urbano.

Perché non si nomina mai il cambiamento epocale che sta per avverarsi anche in Italia con l’auto ad aria compressa, dove l’inquinamento e sotto zero per non parlare del costo minimo considerando l’eccessiva alta qualità’ IED affidabilità’ anche a livello tecnologico, si… perché non si sta parlando di cacatori a gasolio o di po’ sciatori a benzina ma di MDI DI TATA ECC…
L’auto ad aria compressa a parer mio dovrebbe avere l’incentivo più’ importante.
Saluti e buona befana a tutti.

Vivo a Roma, dove la normativa prevede la sosta gratuita anche sulle striscie blues le ibride elterriche\termico, ma è una norma locale o nazionale? Ne sapete qualcosa? E se non ènazionale dove è applicata oltre che a Roma, potete aiutarmi? È una giungla di paese…

salve Giulio, da quelo che so è una iniziativa locale. Ci sono alcuni comuni che la fanno ma purtroppo non è una iniziativa a livello nazionale. Coma sempre in Italia siamo bravi a complicare tutto…

Rispondi a Marolomiciolomiao Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *