Categorie
Auto Consumi

Il consumo per chilometro delle auto elettriche (kWh/km)

Con l’arrivo delle auto elettriche, sarà necessario confrontarne le prestazioni di consumo in modo chiaro ed uniforme, così come oggi facciamo con le auto tradizionali. Per le auto con motore termico si valutano i litri di carburante consumati per 100 chilometri, o, ribaltando il rapporto, il numero di chilometri per litro di carburante.

Per le auto elettriche, l’energia consumata è quella elettrica e la cosa migliore è cercare di capire quanti watt ora sono utilizzati per chilometro percorso. L’energia andrebbe in realtà misurata in Joule (J), ma visto che si parla di energia elettrica il watt ora o il chilowatt ora (kWh) è una unità più conveniente (anche perché noi paghiamo all’Enel una tariffa basata sui kWh consumati… cosa che ci aiuta a fare anche conti economici).

Soffermandoci come esempio sulla Nissan Leaf e sui dati che si trovano su Wikipedia, la batteria di queta macchina può accumulare una energia di 24 kWh che si consuma su 175 chilometri (l’autonomia media dell’auto).

L’energia consumata per chilometro è quindi:

24/175 = 0,137 kWh/km

Questo valore sarà quello che dovremmo usare per confrontare l’efficienza delle auto elettriche, sperando di avere presto dei dati reali di consumo per capire quando sono realistici i dati dichiarati dalle case.

E’ importante capire che, come per le auto tradizionali, questi sono i consumi medi, fortemente influenzati dal tipo di guida, dal percorso e dalle condizioni atmosferiche. Ci aspettiamo che le case forniscano valori distinti per ciclo urbano, misto ed extraurbano.

Il consumo medio inoltre, comprende anche la parte di ricarica che la batteria ottiene dalla frenata

Quanto costa un chilometro di una auto elettrica?

Dipende da dove la carichiamo e quanto costa il kWh della presa di corrente dalla quale preleviamo l’energia. Non solo, con le tariffe biorarie dipende anche dal momento nella quale la carichiamo e se poi ci sono prezzi a volume differenziati dipende anche dall’uso generale che si fa dell’energia su quello specifico contratto.

Considerando un prezzo finale di 20 centesimi per kWh (teniamo presente che l’auto elettrica sarebbe una aggiunta alla nostra normale spesa elettrica), 100 km ci costerebbero:

0,137 * 0,2 * 100 = 2,74 euro

(L’Autorità per l’energia pubblica tabelle sui prezzi medi dell’energia domestica)

Conviene l’auto elettrica o quella tradizionale?

Per non sapere né leggere né scrivere, con il mio diesel faccio, esempio reale, 100 km con 7 litri quindi spendo ogni 100 chilometri:

7 * 1,4 = 9,80 euro

(il prezzo del carbirante sta variando molto quindi prendiamolo solo come valore indicativo).

E’ palese che la differenza di costo per chilometro tra auto elettrica e auto classica è netta, quindi pur essendo questi conti discutibili, il vantaggio economico dell’auto elettrica sembra indiscutibile.

Attenzione però che i soldi non sono tutto, sarebbe importante fare anche una valutazione ambientale di entrame le mobilità (a petrolio o elettrica) per capire se vi è anche un risparmio energetico (quindi un vantaggio per l’ambiente) con le auto elettriche. Materiale per un altro articolo.

 

4 risposte su “Il consumo per chilometro delle auto elettriche (kWh/km)”

Buongiorno. Il consumo della Nissan = 13,7 kWh per 100 km mi torna come ordine di grandezza, anche se guidando bene può anche calare MOLTO (ho fatto esperimenti con la mia Marea 1800 per valutare la forza che la frena mentre marcia in folle in pianura a 90 km/ora). L’Enel, bruciando 1 kg (1,25 litri) di olio combustibiledia produce circa 4,1 kWh in media e quindi i 13,7 kWh per 100 km hanno richiesto la combustione di 3,34 kg di olio = 4,17 litri, pari al 59% dei suoi 7 litri per 100 km. Quindi ancora conviene, ma vedrà che poi qualcuno penserà bene di adeguare le tariffe della ricarica. L’ideale è di fare le ricariche con il fotovoltaico di casa o il minieolico. Io faccio 20 mila km/anno; mi servirebbero 2800 kWh di energia e quindi mi basterebbero 15 metri quadri di pannelli fotov. fissi a sud.
Cordiali saluti. (ing. Pietro Petesse, Foligno)

LA STRAGE TERMODINAMICA. Nel precedente intervento accennavo alla mia Marea 1800. Con essa (una massa di 1395 kg) ho fatto questo esperimento:mandata a 80 km/ora in pianura (22,22 metri/secondo), ho messo in folle e, dopo 8 secondi, la velocità era diventata 75 km/ora(20,83 metri/secondo. Il calo di velocità è da addebitare all’attrito delle ruote ed a quello dell’aria. In quegli 8 secondi, calcolando con la velocità media, l’auto ha percorso 172 metri. Risparmiandovi i noiosi calcoli, l’energia cinetica iniziale era = 333326 Joule e quella finale era = 292969 Joule; il calo è stato dunque L = 40357 Joule di lavoro dissipato. Scrivo ora: L = F*172 . L è noto e quindi ricavo F = 235 Newto cioè 24 kg di forza frenante che ha causato il rallentamento. Se fossi andato a benzina, a quella velocità avrei percorso in un’ora 80 km consumando 5,3 litri di benzina, cioè 42400 Kcalorie, cioè 177,6 milioni di Joule, a fronte di un lavoro di attrito La = 235Newton*80000 metri = 18,8 milioni di Joule. Il rendimento sarebbe allora stato k = 18,8 / 177,6 = 10,6 per cento !!! Ecco la strage termodinamica, il grande misfatto che l’umanità compie sulla Natura semplicemente per spostare noi virus (uomini) da un posto all’altro.
Cordiali saluti.
Ing. Pietro Petesse

Questi calcoli non tengono conto dell’affitto mensile della batteria della Leaf.

79 euro che vanno a ricaricarsi sul costo dell’energia.

La differenza di spesa fra diesel ed energia elettrica è di 7 euro ogni 100 km.

Se calcolate che di base però la leaf ogni mese vi fa spendere da subito 80 euro capirete che la nissan diventa vantaggiosa solo quando avrete percorso la quota di 1100 km al mese

Questi calcoli non tengono conto dell’affitto mensile della batteria della Leaf.

79 euro che vanno a ricaricarsi sul costo dell’energia.

La differenza di spesa fra diesel ed energia elettrica è di 7 euro ogni 100 km.

Se calcolate che di base però la leaf ogni mese vi fa spendere da subito 80 euro capirete che la nissan diventa vantaggiosa solo quando avrete percorso la quota di 1100 km al mese

Rispondi a Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *