I motori ibridi sono diversi. Ecco le principali differenze

giugno 6, 2012

Auto

Quando si parla di motore ibrido si  tende a raggruppare auto che tra  loro non hanno nulla a che fare. Toyota non utilizza lo stesso sistema ibrido di Honda che a sua volta non usa lo stesso sitema Citroen.

Vediamo quindi quali sono i principali sistemi ibridi presenti sul mercato in sintesi:

Gran parte delle vetture di ultima generazione, lo sentiamo dai bombardamenti pubblicitari in TV, sono dotate del sistema Micro Hybrid. Queste auto sono semplicemente dotate del sistema Start/Stop, si sfrutta cioè la tecnologia della  frenata rigenerativa che viene immagazzinata in una particolare batteria e tale energie è utilizzata nelle ripartenze.

Le varie Honda Insight, Jazz Hybrid ma anche i modelli Bmw Active Hybrid, sfruttano il sistema IMA (Integrated Motor Assist). Si tratta di un Mild Hybrid. Queste auto di solito hanno un piccolo motore elettrico in genere interposto tra propulsore principale e frizione (e quindi tra motore e cambio) che si occupa di fornire della potenza supplementare alla trazione. Quindi il motore termico oltre a sfruttare il sistema start& stop viene supportato dal motore elettrico in fase di accelerazione. In decelerazione invece l’energia viene utilizzata per ricaricare le batterie

Le Toyota Prius, Auris e Yaris HSD e la Lexus CT200h ed esempio, sfruttano il sistema Full Hybrid. Sono in grado di percorrere piccolo tratti  a zero emissione e in sola modalità elettrica cossa che non è possibile con le mild-hybrid. Le auto sopra citate sfruttano motori a ciclo Atkinson. In questo tipo di motori  il rapporto di espansione e’ maggiore del rapporto di compressione, il che porta ad una maggiore efficienza rispetto ai motori a ciclo Otto.

Queste auto dovrebbero ( ma in Italia il condizionale è d’obbligo) poter circolare anche in caso di limitazioni al traffico ovviamente viaggiando in modalità solo elettrica. Un limite è rappresentato dalla capacità delle batterie di cui sono dotate e che non permette loro di percorrere lunghi tragitti in modalità solo elettrica.

Le Plug-in hybrid electric vehicle (PHEV) sono auto ibride in cui le batterie vengono ricaricate  tramite una fonte elettrica esterna.  Fa parte di questo gruppo la  Toyota Prius Plug-in ormai pronta alla commercializzazione.

A queste auto si  affiancano le “Extended-Range” come  l‘Opel Ampera e la Chevrolet Volt che adottato un altro sottotipo di tecnologia ibrida. Viaggiano sempre in modalità elettrica e sfruttano il motore termico per ricaricare le batterie. Le batterie inoltre possono anche essere ricaricate attraverso una presa elettrica.

E questi li hai visti?

Honda presenta il nuovo SPORTS HYBRID Intelligent Dual Clutch Drive system
Honda SPORTS HYBRID Intelligent Dual Clutch Drive system è il nuovo sistema a trazione ibrida che...

Honda Accord hybrid plug in in arrivo nel 2014
Honda ha alle spalle una lunga storia di auto ibride che però non hanno avuto lo stesso successo della...

Mercedes Classe E BlueTec Hybrid
Finalmente la casa automobilistica di Stoccarda lancia  la versione ibrida della Classe E  e lo fa...

TheHybridSpace di Toyota a Roma: per toccare con mano l’ibrido
A Roma in  Via Frattina 138, Toyota e Lexus hanno inaugurato il loro TheHybridSpace. Si tratta...
, , , , ,

Ancora nessun commento.

Lascia un commento