Auto ad aria compressa: un progetto che funziona?

giugno 18, 2012

MDI, Tata Motors

Avevamo parlato qualche giorno fa delle auto ad aria compressa ed ecco che ora si materializzano con un progetto articolato, su larga scala e con una rete vendita articolata: dal produttore direttamente al consumatore.

Vediamo in dettaglio di che si tratta:

La collaborazione di  Motor Development International (MDI) con Tata Motors ha dato alla luce una city car che sarà venduta dal prossimo anno a un prezzo di circa 7000 euro, alla portata di tutti e con il vantaggio di non dover più temere il rincaro della benzina.

La city car sarà il capostipite di una serie di modelli che vedremo circolare sulle nostre strade. Si tratta di AirPod, un quadriciclo leggero “grande”.

Scordatevi il solito approccio di vendita tramite concessionaria. L’idea di fondo è quella di saltare definitivamente questo anello del commercio e  di vendere direttamente dalla fabbrica al consumatore.

In questo modo vogliono dare vita a una rete di fabbriche capillari che produrranno e venderanno le auto ad aria compressa, con vantaggi economici e sociali. Ovviamente in questo modo è possibile mantenere bassi i costi di vendita.

In Italia sono previste 20 fabbriche, ognuna delle quali dovrebbe produrre 70o0 auto all’anno. 140 mila in totale che dovranno essere piazzate sul mercato.Ma dato che Costerà meno di 1 euro per percorrere 100Km …i motivi per acquistarla ci sono tutti.

Unico neo è che l’immagazzinamento dell’energia costa tanto però “una bombola fa  20 mila cicli, pari a 2 milioni di chilometri, quindi dura più della macchina”, e “per funzionare un’auto ad aria si brucia meno energia perché è leggerissima, per cui nel ciclo ‘dal pozzo alla ruota’ la tecnologia auto-ad aria è vincente”.

La macchina è dotata di un motore/alternatore come lo chiamano loro che  può anche funzionare da generatore di corrente per le case.

L’AirPod monta motore da 7Kw con una coppia piatta di 45 Nm e può raggiungere la velocità massima di 80 Km/h mentre la successiva auto che verrà commercializzata, l’AirOne  ha  ha un motore da 15 Kw e fa i 100 orari. L’AirCity  infine sarà ancora più grande di AirOne, con un motore da 25 Kw e una velocità massima di 130 Km/h.

L’auto si può già ordinare al link: www.mdi.lu.

Fonte: www.repubblica.it/motori/attualita/2012/06/07/news/arriva_l_auto_ad_aria-36653710/

 

E questi li hai visti?

Auto ad aria, realtà o utopia?
Pensare ad auto ad aria compressa potrebbe essere per molti un discorso da libri di fantascienza....

Toyota Prius Plug-in arriva finalmente in Europa ma…
Arriva in Europa la tanto attesa Prius Plug-in auto ibrida con batterie al litio e a ricarica esterna...

QBEAK l’auto elettrica da 300 Km di autonomia
Ecco una nuova proposta elettrica che si distingue da tutte le altre per la leggerezza.E' stata progettata...

Peugeot 2008: il nuovo crossover lancia la tecnologia Hybrid Air ad aria compressa
Dopo il Diesel Hybrid4 e alcune proposte elettriche il gruppo PSA non si ferma nella sua corsa all'innovazione...
, , , , ,

One Response to “Auto ad aria compressa: un progetto che funziona?”

  1. Davide+Rizzo Says:

    Una bombola da 100 litri caricata a 300 atmosfere contiene 0.1m³*30MPa=3MJ=833Wh, cioè la stessa energia contenuta in 100ml di gasolio. Quanta strada pensate di riuscire a farci ?

    Reply

Lascia un commento